GERIATRIA

E' sicuramente una branca della Medicina in cui l'uso della miscela di Ossigeno Ozono trova maggior ragione di utilizzo in quanto, soprattutto in sinergia con la Bemerterapia, agisce sul recupero del microcircolo, combatte la presenza di radicali liberi (responsabili diretti del processo di invecchiamento tissutale) restitusce vigore a molti sistemi metabolici spesso un pò appannati ed agisce in modo emblematico sul sistema neurologico. Il paziente anziano, oggi avendo avuto un repentino innalzamento dell'aspettativa di vita, si vede proiettato in una dimensione sino a poco tempo fa sconosciuta, rappresentando una multiproblematicità spesso dovuta ad accunularsi di patologie multi organo. Ne deriva che col poassare degli anni, il numero di sostanze che necessariamente deve assumere per combattere ogni singolo problema aumenta con costanza, ciò che si traduce in un ulteriore pericolo nella nota interferenza che le varie molecole assunte possono inevitabilmente instaurare nell'organismo andando, a volte, ad incrementare la multiproblematicità. L'uso di una tecnica che assolutamente ha dimostrato un  grado di tossicità pari a zero, che non interferisce negativamente con nessuna altra sostanza assunta, diventa una via senza alternative per un utile intervento nel paziente anziano. L'abbinamento della Bemerterapia, principalmente mirante ad una riattivazione di quel microcircolo che col passare degli anni tende ad essere dimenticato dalla circolazione generale, con l'Ossigeno Ozono Terapia che svolge la sua azione sulla biochimica cellulare incrementando difese e processi metabolicamente positivi, porta in tutti i tessuti, anche nelle zone meno irrorate, un chiaro segno di benessere locale e generale. 

-

Nunnamed.jpg